autore: Alessandra Fagioli

Trilogie imperfette

Tre trilogie apparentemente perfette per narrare temi imperfetti quali l’amore, la guerra, il sogno, la crisi, il mistero, la rivalità, l’inganno, con un prologo e un epilogo. La prima trilogia parla di corpi. Un incontro su un’isola tra un naufrago e un fuggiasco, i cui opposti destini li spingono a giocarsi un doppio tiro incrociato. Una passione d’amore narrata a ritroso a voci alternate, in cui il dolore della perdita lascia il passo allo stupore della scoperta. Un montaggio parallelo di quattro storie di bambini attraverso cui si declinano i molteplici orrori della Jihad.La seconda trilogia parla di luoghi. Un monologo di un ipotetico visitatore che attraversa l’isola di Manhattan, rimanendo irretito in un labirinto di ossessioni. Un reportage in ottoquadri che si insinua tra i paradossi della città di Istanbul sempre in equilibrio tra ordine e caos. Un carteggio tra due profughi ucraini che da Mosca e San Pietroburgo rivelano i tanti contrasti della Russia odierna. La terza trilogia parla di eventi. Una lectio magistralis sulla sorte
dell’Italia da parte di un professore di crittologia vivente a metà del terzo millennio. Un metaracconto in cui i personaggi di un romanzo si rivoltano contro l’autrice incapace di liberarli dal loro viluppo narrativo. Una ballata in versi sulla mafia nobile e la mafia degenerata, sugli orrori della crisi e gli splendori del Bel Paese. Un caleidoscopio di dialoghi, monologhi, reportage, carteggi, lezioni, ballate per declinare le tante contraddizioni del mondo attuale tra narrazione fantastica e impegno civile.

Se hai scritto qualcosa scrivilo anche a noi   info@soveraedizioni.it

Condividi:

  1. Myspace

Galleria Fotografica

Rassegna stampa

  1. Recensione Convenzionali (79 KB/ pdf)
  2. In scena on line (98 KB/ pdf)