autore: Luca Lombardini

Alejandro Amenábar

Dal thriller meta cinematografico a quello psicologico, passando per l’horror gotico fino ad arrivare al melodramma. Un calderone di generi diversi e lontani che caratterizzano l’ancora giovane carriera di Alejandro Amenábar, enfant prodige del cinema spagnolo dai natali cileni, esploso a soli venticinque anni con il disturbante Tesis, capace di conquistare Hollywood con sole due pellicole all’attivo e di fermarsi definitivamente grazie a Mare Dentro e Agorà.. Appena cinque film, quanto basta per fargli conquistare la palma d’autore riconosciuto e riconoscibile, in quanto guidati da una linea poetica matura e coraggiosa, un filo rosso in grado di unirli attraverso le profondità di un messaggio politicamente mai corretto. Cinema senza compromessi, che da sempre utilizza e sfrutta la macchina da presa per inseguire e riflettere intorno alla sua unica e mai esorcista ossessione: la morte.
Se hai scritto qualcosa scrivilo anche a noi   info@soveraedizioni.it

Condividi:

  1. Myspace

Rassegna stampa

  1. Recensione www.horror.it del 27-05-2013 (337 KB/ pdf)
  2. Recensione horror.it 21-09-2012 (294 KB/ pdf)
  3. Recensione Parrod 28-06-2012 (407 KB/ pdf)
  4. Recensione Rivista terza Pagina n. 30 (129 KB/ pdf)